UNO, TWO, DREI: “NOI HAVE GEWONNEN!”

Un' esperienza grandiosa finita nel migliore dei modi: una vittoria che ci ha davvero fatti crescere.
Pur inizialmente titubanti, abbiamo affrontato l'esperienza della partecipazione al triathlon linguistico promosso dal Dipartimento della Conoscenza di Trento e da Trentino TV, acquisendo sempre più fiducia nelle nostre capacità individuali e di squadra.

 

 

Alcuni di noi erano intimoriti per il carico di lavoro richiesto, difficile da conciliare con gli impegni scolastici e non; altri erano preoccupati perchè non sapevano che cosa significasse partecipare ad un'iniziativa di questo genere. C'era anche chi temeva il confronto con le altre scuole; ma la paura più grande era quella di non riuscire a collaborare tra di noi.

I fatti ci hanno smentito e ci siamo piacevolmente dovuti ricredere.
Abbiamo dovuto fare i conti con varie difficoltà: comporre le squadre, acquisire conoscenze per affrontare quiz di cultura generale, dalla politica internazionale alla geografia; memorizzare serie infinite di vocaboli in inglese, dai false friends ai termini più esotici e strani; familiarizzare con la rigorosa pronuncia tedesca, muovendosi tra servizi di cronaca e di costume, e ancora mettere a memoria lessico, numeri e modi di dire. Anche la gestione della tensione e delle emozioni, una volta in studio, è stato un fattore da non sottovalutare, ma puntata dopo puntata ci siamo abituati ad affrontare le nostre paure.
La determinazione è cresciuta progressivamente, tanto da consentirci di riacquistare sicurezza e di maturare la giusta grinta anche dopo la sconfitta ai quarti di finale.
Ripescati grazie all'alto punteggio conseguito (in particolare nel match di inglese in cui abbiamo stabilito il record di punti totalizzati in due anni di trasmissione) siamo giunti fino alla finalissima, ottenendo il desiderato riscatto contro i forti avversari che avevano avuto la meglio su di noi nel precedente scontro diretto.
Abbiamo vinto 320 a 250 e la soddisfazione è stata doppia anche perchè in questa occasione abbiamo migliorato ulteriormente il nostro stesso record nel “Beat The Clock”.
Ora che la nostra avventura è giunta al termine, ci rendiamo conto che questa esperienza ha inciso positivamente su ciascuno di noi e sul gruppo classe: ci ha aiutato a capire quanto le capacità di ognuno siano una risorsa importante per tutti, a rinsaldare i rapporti fra di noi, ad imparare che cosa significhi collaborare per il raggiungimento di un obiettivo comune e a fidarci di più di noi stessi e anche gli uni degli altri.
A queste importanti soddisfazioni si aggiunge anche il fatto che il premio finale ci permetterà di coprire una parte delle spese del nostro ultimo viaggio di istruzione della scuola superiore il prossimo anno.

   

 

 

 

Utilizziamo i cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione sul nostro sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Puoi cambiare le modalità di utilizzo dei Cookie in ogni momento maggiori informazioni