IL “DEGASPERI” SCRIVE LA STORIA: un gruppo di studenti dell’Istituto finalista al concorso nazionale “Che storia!”


Importante risultato conseguito da un gruppo di studenti dell’Istituto superiore “Degasperi” di Borgo Valsugana: il loro racconto di ispirazione storica, intitolato “Un fuoco, molte verità”, è stato selezionato tra i dieci finalisti e ha ottenuto la menzione speciale della giuria della terza edizione del concorso nazionale “Che storia!”, organizzato dall’Accademia dell’Arcadia, dall’Istituto storico italiano per l’età moderna e contemporanea e dall’Istituto di storia dell’Europa mediterranea del CNR.
Il gruppo di studenti ha costruito il racconto all’interno del progetto scolastico “L’officina del narratore” tenuto dal professore Mattia Maistri (membro del collettivo di scrittura Tersite Rossi) e finalizzato a imparare a realizzare il soggetto di un racconto d’inchiesta a carattere storico.
“Un fuoco, molte verità” prende spunto da un reale caso di cronaca giudiziaria seicentesca di cui ancora si porta memoria nella tradizione locale, ovvero l’incendio doloso che distrusse l’eremo legato alla chiesa di San Biagio a Levico Terme e il successivo processo a carico dell'eremita che lo abitava.

Gli studenti Denis Bebber, Noemi Bonella, Nicola Carlin, Michela Casagranda, Francesca Lira, Tommaso Rattin e Federico Valsecchi hanno seguito le lezioni del progetto e hanno offerto il loro contributo leggendo una parte del materiale bibliografico utile a ideare la storia, mentre gli studenti Matthias Avancini, Alberto Brunetti, Elisa Cazzaro, Enrico Cescato, Alesja Kaci, Alessio Minati, Angela Sbetta, Arianna Tonezzer e Giulia Vigolo, oltre al lavoro di ricerca con gli altri, si sono impegnati a scrivere il racconto e a realizzarne l’indispensabile editing per arrivare alla forma adatta per partecipare al concorso.

L’avvicinamento degli studenti alla storia attraverso la scrittura narrativa rappresenta uno degli strumenti didattici a disposizione della scuola per unire le informazioni raccolte a lezione con i segni e le testimonianze presenti sul territorio. Insomma, un modo, tra i tanti, di unire la storia di ciascuno di noi con la Storia dei grandi eventi che hanno caratterizzato i secoli passati.

Utilizziamo i cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione sul nostro sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Puoi cambiare le modalità di utilizzo dei Cookie in ogni momento maggiori informazioni